Berlusconi per Milano E il centrodestra non molla Del Debbio

Il Cavaliere chiuderà le iniziative organizzate da Fi per le elezioni Torna a circolare il nome del prof

Chi sarà il candidato sindaco del centrodestra? La domanda è sempre quella, comunque rigiri contenuti e metodi del dibattito. I tempi della decisione non si annunciano rapidi, ma nulla può frenare riunioni, rumors e dibattiti. Gli occhi sono puntati a domenica 27 settembre, ultimo dei tre giorni della scuola di formazione politica «Forza Futuro», organizzata sul Lago di Garda da Mariastella Gelmini. La mattinata sarà dedicata a «Il centrodestra in cammino verso le prossime sfide elettorali: si riparte da Milano» e a chiudere è atteso (già confermato) l'intervento di Silvio Berlusconi.

Difficile pensare, a meno di sorprese sempre possibili dell'ultima ora, che il fondatore di Forza Italia possa glissare sul più caldo degli argomenti: se non il nome di chi tenterà di portar via palazzo Marino alla sinistra, almeno l'identikit o il tabellone di marcia. Corre anche voce, tra coloro che sanno, che in quest'ambito saranno annunciati nuovi arrivi da Ncd a Forza Italia. E c'è già il giallo di chi possa essere l'aspirante azzurro. Tra i big presenti sul palco a parlare di Milano, Paolo Romani, Annamaria Bernini, Mara Carfagna, Maurizio Gasparri, Michela Vittoria Brambilla, Marco Marin. E poi l'ncd Luca Del Gobbo, il salviniano raffaele Volpi e Viviana Beccalossi per Fratelli d'Italia. Modera il direttore del Giornale, Alessandro Sallusti.

Intanto, il nome che continua a circolare con più insistenza è quello di Paolo De Debbio, nonostante i dinieghi del corteggiato o forse anche grazie a quelli, perché non solo in amore spesso a vincere è chi fugge. Così rieccolo, Paolo Del Debbio, alla presentazione del libro «Populista e me ne vanto», organizzata per lui stasera a Brescia, all'Hotel Vittoria, con il consigliere regionale leghista Fabio Rolfi. Incurante, a quanto sembra, Rolfi, che il presidente della Regione, Roberto Maroni, ha più volte dichiarata chiusa la «telenovela» Del Debbio.

Che sia un sequel o uno spin off , oggi si torna a parlare di Del Debbio. E tra le novità c'è la partecipazione dell'azzurra Mariastella Gelmini alla presentazione del libro del professore, giornalista ed ex assessore della giunta Albertini. C'è un significato politico? Parrebbe di sì. «Vado, voglio che si candidi!» dice Gelmini. Una novità, visto che la coordinatrice regionale di Forza Italia non era mai stata tra gli entusiasti dell'opzione Del Debbio. Invece oggi si unisce al nutrito gruppetto di chi gli tira la giacca ma dovrà rassegnarsi ad attendere. Possibilista anche Giulio Gallera: «È sicuramente un candidato che ha tutti i requisiti, dalla popolarità all'esperienza amministrativa. È evidente che c'è bisogno di una parola definitiva. Lui l'ha già detta ma evidentemente non vale ancora. Spero solo che non ci ritroveremo a febbraio senza avere costruito».

Movimentista Marco Bestetti, coordinatore dei Giovani di Milano di Forza Italia, tra gli organizzatori della Scuola di politica sul Garda: per oggi pomeriggio in piazza De Angelis, ha organizzato una manifestazione sui trasporti. «Il Comune ha stravolto una ventina di linee con l'apertura delle nuove fermate della metropolitana - l'accusa di Bestetti -. Ci sono interi quartieri isolati e migliaia di persone che se potevano prendere un mezzo solo adesso devono prenderne due. Arrivano in piazza più di seimila firme».