Berlusconi: «A Milano grande battaglia»

Il Cav interviene a un evento di un'associazione di giovani: «Sala e Pd poco credibili»

«Una battaglia importante per la nostra città e per l'Italia». È un Berlusconi pronto a combattere, quello che si collega con un evento elettorale organizzato da «ViviMi» in una sala di via Caradosso. Il leader di Forza non interviene a lungo ma tocca tutti i punti caldi di Milano e del Paese: boccia il sindaco, Giuliano Pisapia, spiega che i primi cittadini usciti dalle primarie del 2011 sono «i peggiori della storia». Ma chiama in causa anche il Pd: «Ha la colpa principale, gli assessorati più importanti sono suoi». L'ex premier sente la partita di Milano. E si vede. Conosce i problemi della città e i punti caldi della discussione elettorale. Carica i ragazzi promotori dell'iniziativa, li sprona a convincere i molti indecisi. Elogia Stefano Parisi, candidato del centrodestra: «È un amico ma non un uomo di partito - dice - conosce la macchina comunale ed è anche una persona simpatica».