Bici in affitto, Milano insegue Parigi

Milano come Parigi. Scenderanno in strada le biciclette per combattere inquinamento e traffico congestionato. Si chiama «Velib» il futuro del trasporto urbano, è un servizio di noleggio rapido di bici sperimentato nella capitale francese.
10mila biciclette messe a disposizione dei cittadini, con la possibilità di prenderle e lasciarle in posti diversi, tutto a pochi euro alla settimana.
Un modo alternativo di concepire la mobilità urbana che ha contagiato tutta la Francia. A nemmeno due mesi di distanza dal varo dell’iniziativa, è già stata raggiunta la cifra record di 1 milione e 800mila noleggi. Un successo internazionale, che sta facendo scuola in tutto il mondo. Anche a Milano, dove l’amministrazione sta progettando un’iniziativa sulla scia di quella parigina.
«Abbiamo dato incarico agli esperti del Politecnico di Milano di redarre uno studio di fattibilità che prenda in esame i vari esempi di noleggio bici delle altre città europee. I risultati dello studio saranno resi noti a settembre, ma posso anticipare che Milano si muoverà sull’esempio di Lione e Parigi», ha annunciato l’assessore alla Mobilità e Trasporti del Comune Edoardo Croci.
Una piccola rivoluzione. A partire dal 2008 le strade di Milano saranno quindi invase da migliaia di biciclette e stazioni di cambio dove poter noleggiare o riconsegnare il mezzo preso in affitto.