Bike sharing, più cari gli abbonamenti

Bike sharing, tempo scaduto! Chi voleva abbonarsi al servizio BikeMI dovrà pagare tariffa intera. Si concludeva sabato la promozione che permetteva di pagare l'abbonamento annuale al servizio di biciclette a noleggio 22 euro invece di 36 euro. Da ieri è tornata la tariffa piena.
Una buona notizia invece riguarda il servizio notturno, che nei week end - venerdì e sabato per la precisione - dà la possibilità di prelevare una bici gialla 24 ore su 24 (gli altri giorni fino alle 2): il servizio straordinario, che avrebbe dovuto venire sospeso ieri, è stato prolungato. «Il grande successo registrato in questi mesi e l'ampio consenso degli utenti hanno spinto Comune e Atm a decidere il prolungamento del BikeMi by night fino al 31 ottobre - si legge sul sito dedicato -. Le due ruote gialle potranno essere prelevate da domenica a giovedì fino alle 2 del mattino, venerdì e sabato 24 ore su 24.
Un servizio che milanesi e turisti hanno mostrato di apprezzare. A dirlo sono i numeri: avviato in via sperimentale il 4 giugno fino ad oggi ha registrato 25.000 utilizzi solo nelle fasce orarie notturne, con una media di circa 300 prelievi by night al dì. Luglio è il mese dei record con oltre 8.500 utilizzi notturni, seguito da giugno, e settembre. Anche se la notte che ha registrato maggiori utilizzi in assoluto è stata quella della Vogue Fashion's Night Out il 6 settembre che ha fatto registrare 555 prelievi.
Per venire incontro alle nuove esigenze di mobilità alternativa dei milanesi, che dimostrano di apprezzare sempre più le due ruote, a fronte anche del ritorno di Area C, il Comune sta sviluppando la rete di piste ciclabili. In arrivo una nuova pista e tre nuove corsie ciclabili in segnaletica. Partiranno oggi i lavori per la creazione di una nuova pista in struttura in via Pellegrino Rossi. L'intervento riguarderà anche la razionalizzazione della sosta e il miglioramento della sicurezza dei percorsi pedonali. Sarà, dunque, ristrutturato il tratto marciapiede di via Rossi che va da via Don Grioli a Via Trevi, sul lato dei numeri civici dispari dove un tempo passava il Gamba de Legn, il tram a vapore che, fino agli anni '50 viaggiava tra Milano e Magenta. Oggi gran parte del marciapiede è in abbandono, occupato dalla sosta irregolare. L'intervento prevede la creazione di una nuova area di sosta lungo la carreggiata e un nuovo marciapiede su cui troverà spazio la pista ciclabile, che correrà per circa 700 metri. I lavori, per un costo di 250mila euro, saranno completati entro dicembre con la posa di una nuova segnaletica.
Entro ottobre saranno pronte (costo previsto 50mila euro) la corsia in segnaletica (1,6 km) di viale Lunigiana e viale Marche, che passando per Melchiorre Gioia, piazza Maciachini e Carbonari, collegherà l'itinerario ciclabile che proviene da Affori con quello della Martesana. La corsia ciclabile di via Senato che arriva in piazza Cavour. E la ciclabile di via Gallarate, che si snoda per 2 km dal Cimitero Maggiore al Comune di Pero.