Bimbo di 4 anni sfugge al nonno e precipita dal decimo piano

È sfuggito alla vista del nonno, è corso alla finestra e ha scalato la finestra, spinto dall'incontenibile curiosità che solo un bimbo di 4 anni può avere. Tragico l'epilogo, un volto dal decimo piano che non gli ha lasciato scampo, raccolto ancora vivo, il piccolo è poi spirato in ospedale. E in ospedale, per lo choc, sono poi finiti anche il nonno e la madre, rientrata precipitosamente a casa appena avvertita della disgrazia. Bisognerà dunque aspettare che tornino in condizioni di rispondere alle domande e permettere ai carabinieri di ricostruire la tragica vicenda.
La vittima, Omar poco più di 4 anni, era rimasto solo a casa con il nonno, 73 anni, in un appartamento di via Carlo Marx 245 di Sesto San Giovanni. Un quartiere composto da una teoria di dignitosi palazzoni alti dodici piani tra il centro e la tangenziale ovest. La mamma, Clara di 44 anni, era infatti solito portarglielo mentre lei andava al lavoro, dopo che si era separata dal marito algerino. Poco dopo l'ora di pranzo la disgrazia. Cosa sia esattamente successo non è ancora chiaro perché le condizioni dell'anziano sono tali non consentire ai carabinieri di interrogarlo. Forse si è addormentato, forse solamente distratto pochi istanti. Comunque il piccolo è sfuggito alla sua attenzione, è salito su uno sgabello, si è affacciato alla finestra ed è caduto.
Qualche istante dopo le grida in strada, alcuni passanti vedono il corpicino immobile a terra, coperto di sangue. Viene allertato il 118, un'ambulanza raccoglie il piccolo ancora vivo, anche se in condizioni disperate, e lo porta a Niguarda. Ma le ferite riportate erano troppo devastanti per poter sperare in un miracolo, e il bimbo cessa di vivere ancora prima di arrivare all'ospedale. Nel frattempo il nonno scopriva la tragedia e faceva solo in tempo ad avvertire la figlia, prima di essere colto da malore. Al suo arrivo anche la donna, informata della disgrazia, perdeva i sensi e doveva essere assistita dai medici.