Blitz della Finanza nel sabato dei saldi

Ora c'è anche il via libera della giunta e i lavori dovranno partire entro fine anno. Obiettivo è ricostruire il porto della Darsena, recuperandone le funzioni di spazio d'acqua e luogo aperto al pubblico. Una delibera per il progetto rivisitato di riqualificazione e valorizzazione della Darsena e delle aree adiacenti, attualmente inserito nel più vasto progetto «Via d'Acqua-Parco di Expo». Il progetto preliminare, oggetto della delibera, è un aggiornamento del progetto dello Studio Bodin-Rossi-Guazzoni, che nel 2004 aveva vinto un bando internazionale dell'amministrazione. La condizione è mantenerne inalterata la filosofia ispiratrice, ovvero il rispetto dell'originario pregio architettonico. Rimasto bloccato per anni, il progetto può riprendere il suo corso di realizzazione proprio in vista dell'Expo 2015 per cui la Darsena riveste un'importanza strategica, in quanto costituisce il punto di inizio del sistema di connessioni di acqua (Darsena, Navigli, sistema irriguo e percorsi ciclopedonali nei parchi) che unirà la città al sito della manifestazione: porta di Expo nella città stessa.
Le opere di riqualificazione, originariamente stimate in 26 milioni di euro, sono state rimodulate dagli stessi progettisti, in un'ottica di razionalizzazione degli interventi e di riduzione dei costi, rendendole compatibili con il mutato scenario economico e con il budget a disposizione della Società Expo 2015 Spa, per un importo di 17 milioni di euro. La revisione del progetto è frutto di un lavoro di coordinamento con gli uffici comunali e Società Expo e ha ricevuto il parere positivo delle Soprintendenze interessate. Al Comune è affidata anche la progettazione definitiva ed esecutiva. Successivamente il progetto sarà trasferito alla Società Expo 2015 che sarà invece responsabile dell'attuazione di un intervento che prevede percorsi ciclopedonali, aree verdi, passeggiate lungo i canali, al riparo dal traffico. Aree per bambini e famiglie.