Bloccata la banda dei tombini Ne ha rubati più di duecentoSono due italiani

La banda dei tombini è riuscita a rubarne 237, per un valore di circa trentamila euro, prima di essere arrestata in flagranza di reato dalla polizia locale. Due italiani, M.A. di 60 anni e B.R. di 47, sono stati bloccati all'opera in via Canelli. Le indagini erano partite a settembre, dopo diverse segnalazioni e denunce a carico di ignoti per la sparizione di tombini, soprattutto nelle strade della periferia est di Milano. L'Unità Interventi Speciali coordinata dal capo dei vigili Tullio Mastrangelo in collaborazione con la Polizia locale di Peschiera Borromeo ha ricostruito i movimenti dei due uomini che a bordo di un furgone si aggiravano nelle periferie della città durante la notte. Senza dare troppo nell'occhio, utilizzando un piede di porco, asportavano i chiusini in ghisa e li caricavano sull'autocarro per poi piazzarli sul mercato dove sarebbero stati fusi per ricavarne la preziosa lega di metallo. Ogni tombino fruttava ai due malviventi circa trenta euro. «Il furto produce un danno economico all'amministrazione - spiega l'assessore Marco Granelli - ma soprattutto un pericolo per la viabilità». A Milano ci sono 145mila tombini.