Bnp «ricostruisce» il garage Traversi

Diventerà un centro destinato a commercio e uffici e aprirà fra tre anni

Via libera alla riqualificazione dell'immobile di via Bagutta 2 che fino a qualche anno fa ospitava il garage Traversi. Il Comune di Milano ha firmato la convenzione con BNP Paribas Real Estate Investment Management Italy, società di gestione del risparmio della pubblica amministrazione, proprietaria dell'immobile, e Inail, ancora proprietaria di porzioni residuali di corso di Porta Nuova e di via Fatebenesorelle, lungo la quale, nell'area comunale adiacente all'attuale centro sportivo Play More, come è stato concordato con il Municipio 1, verrà realizzata una grande piscina pubblica coperta a scomputo della monetizzazione.

Il piano prevede che BNP, dopo aver ricevuto il benestare della Sovrintendenza, proceda alla ristrutturazione edilizia senza la demolizione dell'edificio realizzato negli anni Trenta da Giacomo De Min. Il palazzo verrà convertito a una nuova destinazione commerciale e del terziario. In luogo della cessione delle aree, verrà realizzato un centro natatorio coperto del valore di oltre 5 milioni di euro.

Il progetto definitivo è già stato approvato dall'Amministrazione e la nuova piscina potrà contare su due vasche, gli spogliatoi, una palestra, un'area ristoro, uffici, infermeria, solarium per le giornate estive, locali adibiti a depositi, impianti e locali tecnici, oltre a spogliatoi con ingresso autonomo per l'adiacente struttura sportiva Play More.

Tra le opere annesse come oneri sono previste anche la riqualificazione e risagomatura di via Fatebenesorelle, con la realizzazione di nuovi marciapiedi, scivoli, posti auto e moto, segnaletica orizzontale e verticale e nuovi arredi. Saranno inoltre realizzati nuovi tratti della rete idrica e di quella fognaria.

Il committente di questa nuova progettazione verserà al Comune almeno 845.900,76 euro (25% di questi già in acconto all'atto della stipula); nel caso in cui l'ex Garage venisse destinato interamente a una grande struttura di vendita (e questa sembra proprio l'intenzione del Fondo immobiliare che svilupperà l'operazione). Al momento del rilascio del relativo titolo, saranno versati altri 5,5 milioni di euro come ulteriore monetizzazione, da destinarsi al potenziamento e alla riqualificazione dei parcheggi correlati al sistema del trasporto pubblico e al miglioramento della mobilità urbana.

Il piano dovrà essere completato entro il termine massimo di 5 anni dalla stipula della convenzione nelle parti pubbliche e di 7 anni nelle parti private, anche se l'intenzione dell'operatore è di completare tutto in un triennio.