Boom di reati in città Ogni giorno 700 denunce

Anche quest'anno circa 700 notizie di reato sono state quotidianamente registrate dalla Procura. Denunce e indagini che hanno messo a dura prova gli uffici giudiziari del palazzaccio, alle prese - e anche questa non è una novità - con un organico sottodimensionato. Così, per quanto la macchina si sforzi di funzionare a pieno regime, l'arretrato che la zavorra è sempre lì. I procedimenti pendenti a fine anno sono oltre 153mila.
Il dato emerge dal bilancio di responsabilità sociale 2012-2013 presentato ieri dal procuratore capo Edmondo Bruti Liberati. E ancora una volta è la fotografia di una città che resta la capitale della criminalità economica (+23% nei primi nove mesi del 2013 rispetto a tutto il 2012), con un netto aumento dei reati fiscali (+62%), e alle prese con una sfibrante crisi economica. Perché anche alla crisi, il rapporto della Procura riconduce «l'aumento medio del 100% degli omessi versamenti Iva».
Ma Milano è anche la città che ospiterà Expo, e la Procura lancia un allarme. Da un lato, perché «la presenza dei visitatori porterà verosimilmente a un alto numero di borseggi e scippi», dall'altro i grandi interessi mossi dall'Esposizione non potranno che fare gola alle organizzazioni criminali.