Dal boom Sardone (10) al flop Rozza (5)

di Giannino della Frattina

Camera, Senato, Regione. Promossi e bocciati, madamina il catalogo è questo. Senza presunzione e solo per strappare un sorriso in un giochino classico del giornalismo a cui anche stavolta è difficile sottrarsi.

LAURA BOLDRINI Ma che bella soddisfazione dare un bello zero (meno), o anche meno di zero alla maestrina dalla penna rossa paracadutata dai velluti della presidenza della Camera a Milano dove pensava di trovare elettori con l'anello al naso. Giorni e giorni di campagna elettorale per mettere in guardia dal pericolo Fascismo e invitare all'accoglienza di tutti gli immigrati che bussano alla porta (basta che non sia la sua). Risultato: quarta su quattro dietro a Tabacci, Rossello e pure il 5Stelle.

Voto: 0-

SILVIA (SERAFINA) SARDONE Di donna in donna. Nonostante carattere ed esuberanza che spesso irritano soprattutto i suoi compagni di partito (ma evidentemente non i suoi elettori), è impossibile non dare 10 a una donna di 35 anni capace di arrivare seconda con 11.312 preferenze. La verità è che lei per Forza Italia fa campagna elettorale nelle periferie e nei campi rom tutti i giorni che Dio manda in terra, mentre in molti non l'hanno fatta nemmeno l'ultima settimana. I maligni dicono che era facile vincere con i voti del marito sindaco di Sesto, ma sono gli stessi rosiconi che dicevano al marito che era facile diventare sindaco di Sesto con i voti della moglie. Se questi sono i risultati, ben venga la politica a due piazze.

Voto: 10

GIULIO GALLERA Meriterebbe lo stesso voto essendo il più «preferito» con 11.722 voti (tutti personali e non di Forza Italia), ma da buon cavaliere (...)