Boom di turisti a Teglio per «Sapori d'autunno»

Valli (Consorzio Turismo): «Re Pizzocchero protagonista» Prezzi popolari nei ristoranti

Le vacanze estive sono finite, per alcuni troppo presto, e tanti si ritrovano, ormai, già catapultati nel «delirio» del ritmo lavorativo. Perché allora non concedersi qualche weekend all'insegna del riposo e della buona cucina? Teglio, la capitale storica della gastronomia valtellinese, culla del cosiddetto «Re Pizzocchero» tanto amato in tutto il mondo, organizza, per 12 settimane fino a novembre, la gustosa rassegna gastronomica «Sapori d'autunno». Inaugurata il 6 settembre, la kermesse dei sapori e dei profumi di montagna, giunta alla quindicesima edizione, offre ai visitatori un'occasione straordinaria per godersi, oltre alle bellezze incantevoli del luogo, sia artistiche sia culturali, anche il suo patrimonio culinario senza eguali.

«Il Pizzocchero d'oro - dice Fabio Valli, presidente del Consorzio Teglio Turismo - anche quest'anno è il protagonista della rassegna che si può gustare nei numerosi ristoranti che, con un prezzo popolare, spalancano le porte ai turisti italiani, ma anche stranieri, la maggior parte dei quali arriva soprattutto dalla Svizzera».

Presso l'Hotel Combolo, ai Tigli, al Miravalle, ma anche al Vecchio Torchio o al Castello (per citare qualche location tra i 12 ristoranti-agriturismi aderenti), per tutto settembre si potranno scoprire, oltre i Pizzoccheri dell'Accademia di Teglio abbinati al Valgella docg 2012 della Casa Vinicola Bettini anche, ad esempio, gli Sciatt con cicorino o le sformatine di segale al burro di ginepro.

I menu, molto articolati e variegati, da 26 a 35 euro, avranno l'epicentro nel piatto principe della cucina tellina, ovvero i pizzoccheri della famosa Accademia di Teglio; lavorati freschi per l'occasione, saranno ricchi, gustosi e molto equilibrati. Nei primi due fine settimana di ottobre, invece, i menu saranno arricchiti dai funghi che completeranno piatti come la vitella da latte, o trasformeranno ricette rendendole più accattivanti; il tutto accompagnato dal Tellino Igt Nera. E se ancora non sentite l'acquolina in bocca, provate a immaginarvi i piatti a base di cacciagione, abbinati al vino Fay Téi, che saranno preparati durante gli ultimi due weekend di ottobre: che cosa ne dite del tiepido di selvaggina su letto di soncino al profumo autunnale o i bocconcini di cervo in salmì delicato con nidi di polenta tipici? Un trionfo di sapori che si concluderà con una dolce sorpresa autunnale.

A novembre, invece, si giunge alla sezione dei Sapori autunnali e tra castagne, zucca, abbinamenti speciali da chef con la mela di produzione locale, verranno proposti, in alternanza, tutti i profumi e i sapori dei prodotti che la Valtellina ci regala in questa stagione, accompagnati al vino Fracia della Negri.

La ricchezza di Teglio, ovviamente, non è solo quella gastronomica, ma tanta bontà potrebbe essere il pretesto per andare alla scoperta delle risorse della Valtellina e dell'Engadina e abbinare pranzi saporiti alle escursioni, ad esempio, con il trenino rosso del Bernina (le strutture ricettive offrono dei pacchetti interessanti).

«Una giornata di relax nelle acque termali dei Bagni di Bormio - aggiunge Valli - è senza dubbio un privilegio. Ma per coloro che decidessero di stare a Teglio, a partire da questo mese si potranno ammirare i mercatini artigianali, assistere alla dimostrazione della scarellatura dei Pizzoccheri (con gli ospiti che potranno cimentarsi in corsi di cucina), godere della bellezza delle chiese di Teglio, della Torre medioevale (aperta per l'occasione), del Palazzo Besta e divertirsi con le performance di artisti di strada».

Interessante, infine, l'antico Mulino di Menaglio (San Rocco), ma senza trascurare il divertente tour con il Trenino Giallo e le passeggiate in groppa agli asinelli per i più piccini. L'offerta turistica valtellinese è davvero variegata.

«Per chi non riuscisse a godersi uno speciale weekend tra i piaceri di Teglio - conclude Valli - la Valtellina sarà a Milano in una suggestiva location in via Dante nel cuore pulsante della città. Tra i fuori Expo, infatti, non manca lo stand delle eccellenze valtellinesi che, allestito in collaborazione con la Camera di Commercio si presenta come un'autentica vetrina dove si potranno scoprire le caratteristiche tipiche della gastronomia di una valle che gli stranieri possono solo invidiarci».

Per ulteriori informazioni e altri dettagli è possibile consultare il sito www.teglioturismo.it e www.saporidautunnoteglio.it o contattare il Consorzio Teglio Turismo al numero 0342/782000 oppure inviare una e-mail al'indirizzo:info@teglioturismo.it