Brera «liberata» dal mercatino

L’obiettivo era eliminare quel centinaio di vu’ cumprà che ogni sera stendevano lenzuola e mercanzie lungo via Madonnina e Fiori Chiari. E il traguardo, ammette soddisfatto il vicesindaco Riccardo De Corato, «è stato raggiunto. Rimane da smaltire la presenza di alcuni abusivi nelle vie attigue, ma gli assi principali di Brera sono finalmente liberi». Merito del mercatino «L’artigianato e l’antiquariato in Brera» che si svolge dal lunedì al venerdì dalle 19 a mezzanotte e nel weekend da mezzogiorno alle 24. La presenza dei gazebo bianchi, afferma De Corato, «ha tolto spazio agli ambulanti abusivi che si impadronivano di queste aree dedicandosi a traffici illeciti di prodotti contraffatti». Ecco perché De Corato e l’assessore alle Attività produttive Tiziana Maiolo hanno deciso di prolungare l’iniziativa fino al 15 ottobre. Per rallegrare il quartiere arriveranno presto anche artisti di strada e mimi. Ma obiettivo del Comune, riferisce il vicesindaco, è «trasformare il mercatino degli artigiani in un’attività permanente, valuteremo l’effetto positivo dopo l’estate e poi porteremo in giunta una delibera ad hoc».
Gli artigiani che partecipano a rotazione all’iniziativa sono circa una trentina. La formula piace anche all’associazione dei commercianti di Fiori Chiari, che nei giorni scorsi ha inviato al Comune una lettera di ringraziamento per l’iniziativa.