A Briosco anziano cade nel fiume Deceduto per assideramento

Novantunenne con l'Alzheimer, si era allontanato da casa

Un anziano malato di Alzheimer che si era allontanato da casa senza che i familiari se ne accorgessero subito è morto al gelo sulle sponde del fiume Bevera a Briosco, poco lontano da Monza. Dopo le intense ricerche durate quasi 24 ore i carabinieri hanno trovato il cadavere di Ferdinando Molteni, 91 anni, in località Bevera Innominata. L'uomo risiedeva a un chilometro di distanza, a Capriano.

Il pensionato era uscito di casa senza avvisare nessuno venerdì tra le 13 e le 14, la moglie non l'ha visto lasciare l'appartamento. Indossava solo un maglione e le ciabatte. Intorno alle 14 la donna si è accorta dell'assenza del marito e con il figlio ha subito cominciato a cercarlo nei dintorni. Disperata, alle 16 ha denunciato la scomparsa ai carabinieri. Immediatamente sono partite le ricerche dei militari della compagnia di Seregno e della stazione di Giussano, insieme alla protezione civile con i cani molecolari, ai vigili del fuoco e ai sommozzatori. Le operazioni sono andate avanti tutta la notte. L'anziano ha probabilmente perso l'orientamento per la malattia di cui soffre da tempo e di è ritrovato sulle rive del torrente. Qui l'ha sorpreso il buio e non è stato più in grado di trovare la strada di casa.

Alle 11 di ieri mattina la scoperta. Il corpo giaceva nell'alveo del fiume, parzialmente bagnato dall'acqua. Sulla riva c'erano segni di una scivolata. Su alcuni sassi c'erano anche tracce di sangue e il 91enne aveva una ferita alla testa. È probabile che sia caduto e che sia rimasto privo di sensi o stordito accanto al corso d'acqua. La causa della morte potrebbe essere l'ipotermia, viste le temperature rigide di questi giorni e visto l'abbigliamento troppo leggero, oppure le conseguenze del trauma alla testa. La vittima non era immersa nell'acqua, non sarebbe deceduto quindi per annegamento. Sarà l'autopsia comunque a stabilire com'è davvero morto Molteni.

CBas