Cade a pezzi il comando orgoglio dei vigili urbani

Nonostante la caserma Ugga ospiti il reparto radiomobile e il nucleo motociclisti gli agenti non possono utilizzare il parcheggio sopraelevato, il «fast park», ubicato nel cortile del reparto, perché inagibile da oltre un anno.

Ma chi lavora negli uffici non se la passa meglio: le stanze sono infestate dalle zanzare e di notte dai topi, e in questo mese di caldo soffocante gli agenti lavorano senza condizionamento. «Nei gironi scorsi siamo stati costretti a cambiarci le divise in cortile - attacca Vincini - perché i locali si erano arroventati, e avevano raggiunto i 42 gradi. I condizionatori installati tre anni fa sono già rotti». Disagi anche per i milanesi e i turisti che hanno la disavventura di sporgere denuncia negli uffici di via Custodi 13, aperti giorno e notte. «Oltre alle condizioni assolutamente penalizzante per i lavoratori e per i cittadini che si rivolgono a noi - continua il segretario Sulpm - c'è anche un discorso di immagine: siamo considerati tra il reparto migliore d'Italia e lavoriamo in un comando che sembra una discarica. E dire che per Expo sono stati investiti milioni di euro. La situazione è nota al Comune: sono anni che chiediamo non solo che vengano completati i lavori iniziati dal 2000, ma che venga fatta la manutenzione più urgente. Abbiamo scritto alla commissione Sicurezza, all'assessorato, il comando centrale continua a inviare segnalazioni, ma veniamo e ignorati».

Marta Bravi

Commenti

FRANZJOSEFF

Dom, 26/07/2015 - 20:00

SE L'IMMOBILE VENIVA REGALATO AGLI ZINGARI O CLANDESTINI ANCHE PLURIPREGIUDICATI CHE DOBBIAMO SOPPORTARE IN ITALIA PISAPIPPA TROVAVA I SOLDI IN MENO DI MINUTI 3