Caldo, sono a rischio 7mila anziani

Il piano del Comune: assistenza a domicilio, musica e corsi anti solitudine in tutti i quartieri

A causa del bollore ieri sono saltate 350 utenze elettriche tra cui quella dell'Università Statale. L'uomo non ha mai sottovalutato la potenza del clima e oggi, per fortuna, ha in mano una maggior conoscenza per viverlo al meglio.

«L'estate del 2003 ci ha insegnato ad affrontare il caldo attraverso strumenti d'intervento diversificati, uno dei principali è la socializzazione, aiuto importante per le persone fragili». Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche sociali, parte dalla perfida stagione dell'inizio millennio, l'estate più rovente degli ultimi cinquecento anni, per presentare il piano che in città andrà a interessare 7mila persone: anziani, soggetti con disabilità e con patologie croniche, e sono mille in più rispetto a tre anni fa quando a Milano erano 5.998 gli individui a rischio.

Domani dalle 15.30 alle 19 in diciotto quartieri prende anima la quarta edizione della «Festa del vicinato», iniziative culturali e di divertimento in strutture ricreative, spazi negli stabili del Comune e dell'Aler, angoli privati come portinerie, sedi di associazioni, in tutto un centinaio di luoghi. «Inizieremo un mese prima anche con le attività in piazza del Cannone, visto il successo della scorsa edizione. Per questa estate vicina a chi patisce uno degli aspetti roventi della vita, la solitudine, il Comune ha investito 392 mila euro, con un risparmo di 50 mila rispetto allo scorso anno. Alla nostra cifra si aggiungono 150 mila euro di sponsorizzazioni private, per un totale di 540 mila euro».

Giochi che avvicinano i bambini e gli anziani, musica, esposizioni artistiche di quadri e di manufatti artigianali, laboratori di giardinaggio o di erboristeria, corsi di cucina, lezioni gratute di calligrafia anche di lingue straniere, come il persiano ad esempio, sono alcune delle attività della «Festa del vicinato». Accanto allo svago, il piano anticaldo prevede soprattutto opere di intervento e assistenza domiciliare dedicate sempre a coloro che vivono una situazione di disagio e non hanno la possibilità di accedere a cure mediche e assistenziali. Per questo sono attivi i due numeri, 800777888 e 020202, a cui lo scorso anno si sono rivolte 25 mila persone da giugno a settembre. Sono stati consegnati più di 12 mila pasti a domicilio, effettuati mille interventi di igiene personale, 403 di pulizia della casa, 307 visite di sostegno e compagnia. Per chi necessita di un'assistenza familiare è attivo lo sportello CuraMi e il numero 02.40297643/44.

In piazza del Cannone si ravviva prima di agosto l'area dedicata alla terza età all'interno del parco Sempione. A disposizione di tutti gli amanti del ballo un'ampia pista coperta da 375 metri quadri oltre a dieci grandi tavoli con trecento sedie per favorire il dialogo e la condivisione. Ad Expo Coldiretti distribuirà frutta gratis ad anziani e bambini. Il caldo deprime. Anche lo scrittore Borges nella caliente Argentina consigliava il passo a due di un bel tango sotto piante secolari.