Cantiere senza pace Dopo la polvere sulle strade scoppia un silos

Non c'è pace per gli abitanti di via Pannonia e dintorni. Dopo la polvere bianca che ha ricoperto la strada come una nevicata, ieri di prima mattina è esploso un silos del cantiere per la realizzazione della metropolitana 4 di via Mezzofanti. Intorno alle 7.30 c'è stato un forte botto, avvertito in zona da chi si stava preparando per dare il via alla giornata. E subito dopo «una nuvola grigiastra si è alzata da uno dei tre silos dove stanno avanzando i lavori per la linea blu». In zona sono molto preoccupati. Mercoledì scorso aveva fatto il giro di tutti i giornali l'immagine scattata di notte da un abitante che aveva immortalato via Pannonia ricoperta di polvere di bianca. Ora l'esplosione del silos che fortunatamente non ha provocato né danni né feriti. Ma di certo non ha contribuito a rasserenare gli animi di chi vive nei dintorni del cantiere. Secondo i primi accertamenti, il botto sarebbe stato causato dal blocco di una valvola di sicurezza. Le imprese che stanno lavorando, Impregilo e Metropolitana milanese, assicuravano comunque che la polvere uscita dal silos è stata poca e non è uscita dall'area delimitata dal cantiere. Intanto continuano gli accertamenti sulla misteriosa «polvere». Ieri in zona sono intervenuti i tecnici di Asl e Arpa.
Chi vive in quella fetta di città alla periferia est ora però teme che tutta quella polvere possa essere pericolosa per la salute.