La Cappella Portinari si accende con le nuovissime luci a led

Domani dalle 22 visite gratis a cupola e affreschi rinnovati

Nuovo impianto di illuminazione per la Cappela Portinari di Sant'Eustorgio. Le nuove luci saranno inaugurate domani, 23 giugno e dalle 22 il pubblico potrà guardare le differenze tra il prima e il dopo, senza pagare il biglietto. Nelle ore serali la nuova illuminazione regalerà rinnovata luce alla scenografica architettura brunelleschiana della Cappella e all'illusionismo luministico degli affreschi di Vincenzo Foppa.

I nuovi corpi illuminanti a led, appositamente studiati e realizzati da Erco, con l'obiettivo di rispettare ll'architettura e la storia del luogo, doneranno intensità agli affreschi e ai rilievi della Cappella Portinari, offrendo al pubblico uno spettacolo emozionante, altrettanto vero e naturale come appare nelle ore del giorno. Grazie a quest'opera, che valorizzerà l'atmosfera del luogo, il Museo di Sant'Eustorgio potrà accogliere i visitatori anche in orari serali, aprendosi alla città, in un dialogo che ha l'obiettivo di promuovere il patrimonio storico-artistico e spirituale di cui il Museo è custode. Il nuovo impianto di illuminazione è stato realizzato dall'azienda tedesca Erco grazie alla generosità di Barovier & Toso Vetrerie Artistiche Riunite S.r.l., sotto la sorveglianza della Soprintendenza per le Belle Arti e il Paesaggio e dell'Ufficio Beni Culturali della Diocesi.

La serata di 23 giugno, dopo le 22, quando il pubblico potrà visitare la rinnovata cappella Portinari, sarà accompagnata da intermezzi musicali per duo flauto e arpa, eseguiti dal maestro Michele Brescia e dalla musicista Elena Spotti, che interpreteranno musiche di Johann Sebastian Bach, Georg Friedrich Händel e Wolfgang Amadeus Mozart.

Il Museo di Sant'Eustorgio è uno dei luoghi più antichi e suggestivi di Milano: è sorto nei pressi dell'omonima basilica sulle rovine di un'antichissima necropoli paleocristiana, inquadrabile tra III e IV secolo.