CARO BENZINAForza Italia, firme in piazza contro l'aumento delle accise

Molte firme per l'iniziativa contro il recente aumento delle tasse sulla benzina. Ha avuto un «grandissimo riscontro», per gli organizzatori, il gazebo di Forza Italia ieri in centro. Obiettivo: cancellare alcune «scandalose e assurde accise che non hanno più senso (dalla guerra in Etiopia alla crisi di Suez, dai terremoti del Belice, Irpina e Friuli fino al disastro del Vajont)». «Noi facciamo benzina e lo Stato fa il pieno. Il 60% del costo di un pieno finisce dritto allo Stato – commenta Silvia Sardone, responsabile organizzazione di Forza Italia – e nessuno in Europa può contare su un'incidenza del fisco così elevata visto che la media del continente è sul 46%. La mano dello Stato è decisiva nel carico fiscale che pende su tutti noi. Chiediamo a Renzi un segno di discontinuità, governo e Pd non possono continuare questa politica anomala che copre le spese e i debiti dello Stato usando le accise». «Forza Italia - continua Sardone - chiede un decreto urgente per tagliare le accise».