Il «caro estinto» al cimitero adesso si trova con un'app

Digitando il nome o la data del decesso si individua la sepoltura D'Alfonso: «Altro passo nella digitalizzazione dei servizi civici»

È un'estate dei morti baciata dal sole di novembre, che renderà più luminosi i fiori portati sulle tombe da bambini e famiglie. Oggi la messa del cardinale Angelo Scola al Monumentale è alle 15.30, al centro della giornata visto che da stamattina fino a domani sera i cimiteri resteranno aperti dalle 10 alle 18. Domani alla stessa ora si terrà la cerimonia al Famedio con gli interventi del sindaco Giuliano Pisapia e di Basilio Rizzo, presidente del consiglio comunale. Ancora domani alle 15.30 Scola celebrerà a Baggio, nel contempo altre messe saranno dedicate ai defunti a Greco, Lambrate, Bruzzano, Chiaravalle e Maggiore.

Quello dei morti potrebbe sembrare un culto dimenticato invece mostra episodi di inaspettata vivacità e un'attenzione che pare venire d'altri tempi, come l'iniziativa di un gruppo di giovani milanesi che nel cimitero di Zelo Surrigone hanno deciso di tenere pulite le lapidi in questi giorni di visite intense, un esempio che dovrebbe essere portato avanti in tanti altri luoghi. I ragazzi accompagneranno le persone anziane alle tombe dei parenti, dimostrando che i defunti sono un collante umano molto forte tra le diverse generazioni.

Il Comune lancia l'app «Not 24Get», destinata più ai giovani e a tutti coloro che hanno dimistichezza con la tecnologia. «L'applicazione aiuta i cittadini a individuare la corretta ubicazione della sepoltura – dichiara l'assessore ai Servizi civici Franco D'Alfonso –. Un progetto che si inserisce in un programma più ampio di ammodernamento e digitalizzazione dei servizi civici».

Digitando il nome del defunto si attiva la ricerca e si ottiene una serie di informazioni: la data del decesso, l'esatta ubicazione della tomba, il manufatto e la mappa del cimitero di riferimento. Per i cognomi più diffusi il sistema prevede fino a quindici visualizzazioni per schermata. A garanzia della privacy sarà possibile effettuare sino a un massimo di dieci ricerche nominative al giorno. Per molti di noi saranno giorni di ricordi e di religioso silenzio, che non dovrebbe essere intaccato da nessuna sterile polemica, come quella da parte dell'Anpi e dell'estrema sinistra dopo la decisione di iscrivere nel Famedio l'ex senatore missino Franco Servello.

Il cimitero è il luogo che più di ogni altro accoglie la storia di tutti, perché per definizione la morte è la «grande livellatrice», il passaggio che tutti accomuna e che dovrebbe placare le discordie. Le citadelle delle tombe stanno assumendo un profilo particolare, non più centri di lacrime e tragedie, sono fruiti anche per la loro bellezza come il Monumentale. Proprio da oggi su Google Street View sarà possibile passeggiare virtualmente lungo i suoi viali. Street View, l'evoluzione di Google Maps che permette di esplorare il mondo attraverso fotografie panoramiche a 360 gradi scattate a livello stradale, ha immortalato le meraviglie artistiche del gioiello milanese.