Carte, cambi e riparazioni anche con gli sconti

Le regole in difesa dei consumatori che i commercianti non possono non osservare

Una partenza «all'insegna della stabilità» per il primo giorno dei saldi secondo FederModaMilano (Confcommercio). Rispetto al primo giorno dei saldi 2016 vi sarebbe un decremento dell'1 per cento. «Questo avvio - spiega il preidente Renato Borghi - va certamente inquadrato in un ponte di feste ancora lungo: è perciò prematuro tracciare bilanci. Abbiamo comunque percepito un vivo interesse nello shopping e restiamo fiduciosi per il prosieguo del lungo ponte». Tra i prodotti più richiesti cappotti e piumini, maglieria, pantaloni, borse, stivali, scarponcini, pigiami e biancheria per la casa.

E con l'avvio dei saldi invernali 2017 ritorna la tradizionale iniziativa dei «Saldi chiari» promossa da FederModaMilano in sintonia con le associazioni dei consumatori. Un decalogo al cui primo punto c'è il capitolo carte di credito: «Durante i saldi l'operatore commerciale non può rifiutarle per il pagamento.

Per i cambi merce «il dettagliante si impegna a sostituire, se possibile, o a rimborsare i capi che presentano gravi vizi occulti così come previsto dal Codice Civile e in particolare dalle norme di recepimento della Direttiva 1999/44/CE. Nel caso di non corrispondenza della taglia, il capo verrà sostituito con prodotti disponibili all'atto della richiesta di sostituzione. Qualora non fosse possibile la sostituzione per mancanza di capi o per mancato gradimento del cliente, l'operatore rilascerà un buono acquisto di pari importo del prezzo pagato relativo ai capi da sostituire. Buono che il cliente dovrà spendere entro i successivi 120 giorni dall'emissione dello scontrino fiscale (che dev'essere presentato)».

Prova prodotti: «Il cliente ha diritto di provare i capi per verificarne la corrispondenza della taglia e il gradimento del prodotto. Sono esclusi dalla facoltà della prova i prodotti che rientrano nella categoria della biancheria intima e quei prodotti che, per consuetudine, non vengono normalmente provati».

Uniformità dei prezzi: «Le catene di negozi che effettuano saldi si impegnano a porre in vendita gli stessi prodotti agli stessi prezzi. In caso di variazione del prezzo, la variazione viene praticata contemporaneamente in tutti i punti vendita della catena».

Riparazioni: «Se il costo per l'adattamento o la riparazione dei capi acquistati è a carico del cliente, l'operatore commerciale deve darne preventiva informazione al cliente stesso e deve inoltre esporre, in modo ben visibile, un cartello informativo sul quale si dichiara espressamente che le riparazioni sono a carico del cliente».