«Cartelli sbagliati, a Linate impossibile multare»

La polizia municipale: «Il 50 per cento delle indicazioni stradali è fuori legge»

Parcheggiare a Milano diventa più semplice. O meglio, fare tutte le pratiche per ottenere e rinnovare i pass per posteggiare l’auto in città, da oggi sarà più facile.
Ecco le due principali novità che andranno a snellire la burocrazia. Primo: «I permessi saranno rinnovati fino a primavera del prossimo anno», annuncia l’assessore ai Servizi civici Stefano Pillitteri. Secondo: «I pass saranno recapitati direttamente a casa».
Basta code negli uffici comunali e stop alle attese con il vecchio pass ormai scaduto nel cruscotto, ora il Comune cerca di dare una mano agli automobilisti milanesi.
«I titolari di pass per le strisce gialle (quelli per la sosta dei residenti, ndr) in via di scadenza non dovranno recarsi negli uffici del Comune per il rinnovo in quanto - continua l’assessore - la scadenza è stata prorogata fino al prossimo 31 marzo». E a quel punto cosa succederà? «Entro quella data gli automobilisti vedranno recarsi a casa per posta i nuovi pass, senza alcun onere a carico». A differenza di quelli vecchi, i nuovi pass avranno una durata triennale.
E chi invece si appresta a chiedere per la prima volta l’autorizzazione dopo aver trasferito la residenza all’interno della Ztl (zona a traffico limitato), riceverà un pass provvisorio al momento del cambio anagrafico. A quel punto, con il permesso provvisorio in auto, non dovranno far altro che aspettare di ricevere il nuovo pass per posta.
Nessun problema anche per l’attivazione della sosta regolamentata entro la cerchia filoviaria: «Anche in questo caso - chiarisce Pillitteri - i residenti non dovranno preoccuparsi di inoltrare nuove richieste ma dovranno solo attendere la busta a casa».
Un piccolo aiuto quello del Comune, che mira a semplificare le pratiche burocratiche che angosciano i cittadini.