Cartiera in fiamme, rischio amianto

Ore per spegnere l'incendio. A Cologno Monzese dodici le famiglie senza casa

Alcuni mesi fa Legambiente parlò di «strana epidemia di incendi» in Lombardia. I numeri confermano i sospetti di chi è convinto che roghi tanto frequenti in impianti che stoccano o smaltiscono rifiuti non possano essere una coincidenza. Negli ultimi 15 mesi in regione ce n'è stato almeno uno al mese. Ieri un nuovo episodio a Cologno Monzese. Le fiamme sono divampate intorno alle 7 all'interno del capannone della Alfa Maceri, tra viale Liguria e viale Piemonte, dove erano immagazzinate diverse tonnellate di carta. Fiamme alte decine di metri hanno avvolto il deposito e danneggiato la facciata di un palazzo confinante. Dodici famiglie sono state evacuate. Sono intervenuti numerosi mezzi del vigili del fuoco e la squadra del Ndcr, per i controlli chimici nucleari. Una parte del soffitto del capannone è crollato e sul tetto è stata riscontrata la presenza di amianto. Secondo i pompieri comunque, i livelli di sostanze tossiche nell'aria sono «nella norma». Le cause del rogo, domato intorno alle 12, non sono per ora state accertate.