Case, mercato in picchiata «Meno Imu per chi affitta»

Fino a qualche tempo fa la crisi aveva fatto crollare le compravendite, ma non riusciva a tirare giù i prezzi delle case. Chi ha potuto ha mantenuto i prezzi invariati ma oggi comprare casa costa di meno. A fronte di un drastico calo delle vendite degli appartamenti nei primi tre mesi di quest'anno (10,7 per cento in meno in città e il 13 per cento in meno in provincia), anche i prezzi delle case hanno cominciato a scendere. A evidenziarlo il 41ª rapporto della Osmi Borsa Immobiliare realizzato dalla Camera di commercio. Il dato medio registra una flessione dello 0,6 per cento dei prezzi che oscillano però a seconda delle zone e della tipologia delle case anche fino a raggiungere cali che sfiorano il 9 per cento.
Il calo dei mutui in Lombardia del 17 per cento indica la difficoltà sempre maggiore delle banche ad erogare il credito e la ridotta capacità di spesa delle famiglie, tornata com'era nel 1993. Costano meno le case nuove, ma anche quelle da ritrutturare. Il valore medio per un appartamento nuovo in clase energetica A-B-C si attesta sui 5.148 euro al metro quadro passando dai 13.400 di Vittorio Emanuele ai 2.750 di Musocco-Villapizzone.