Caso Sea Handling I soci dal ministro per cercare la linea

Round di incontri riservati a roma su sea handling, con i soci di Sea (comune di milano e f2i) e i vertici della società aeroportuale che, per la prima volta, si presentano compatti davanti al governo per discutere il delicato dossier. Ieri si un vertice tra il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, i legali di Palazzo Marino e Pietro Modiano e Renato Ravasio, rispettivamente presidente e vicepresidente di Sea. In precedenza, manager e avvocati avevano visto il ministro agli affari europei, Enzo Moavero. L'obiettivo degli incontri è duplice. Da una parte condividere i prossimi passi, in particolare nel rapporto con l'Ue, che ha chiesto a Sea handling di restituire alla controllante Sea presunti aiuti di stato per 360 milioni. Dall'altra parte, dopo mesi in cui il fronte italiano ha spesso registrato iniziative unilaterali sul tema, compattare i diversi interlocutori nel segno di quella che nell'ultima assemblea di sea da più parti è stata definita una «discontinuità col passato».