Una catena per la consigliera insultata

Barbara Longo, dalle offese su internet alle foto di amici e sostenitori

Una pioggia di insulti volgari e sessisti lascia il posto a una piccola catena di solidarietà. Barbara Longo, 50 anni, consigliera comunale a Pavia, sabato ha ufficializzato la sua candidatura alle Regionali con Forza Italia. E come molti ha aperto una pagina facebook per la campagna elettorale e insieme all'incoraggiamento di tanti sono cominciate a piovere offese di ogni tipo: «Alcune indirizzate al partito - racconta Barbara Longo - la maggior parte legate al fatto che sono donna». «Molti insulti fra l'altro sono rimasti visibili per ore». «Mio figlio - racconta - era anche orgoglioso di questa candidatura, e come tutti i ragazzi va su internet. È stato lui ad avvertirmi».

Leggendoli, i commenti fanno cadere le braccia. Insulti stupidi, allusioni e volgarità campate in aria, spesso firmate da donne. La consigliera li ha bloccati e ha denunciato tutto. «Il problema va denunciato - spiega Longo - una donna che fa politica e che ci mette la propria faccia non può essere soggetta a commenti maschilisti inopportuni da persone che neppure si conoscono. Purtroppo la legge elettorale riconosce le quote rosa che garantiscono la parità di genere ma alla fine sono ancora troppi gli uomini che non la pensano così e che verbalmente insultano noi donne». Per fortuna, e per la stima che Barbara si è meritata in Consiglio, l'inciviltà di qualche odiatore internettiano adesso viene più che compensata dalla solidarietà di tanti. In Forza Italia prima di tutto: il leader pavese di Fi Alessandro Cattaneo, ma anche i colleghi in Consiglio, anche nel centrosinistra. Longo ha ricevuto un messaggio dalla vicesindaco Angela Gregorini e anche il sindaco Massimo Depaoli ha manifestato la sua solidarietà. E la deputata Chiara Scuvera. Soprattutto tanti amici ed elettori stanno facendo altrettanto. Con foto e messaggio: «Iostoconledonne», «iostoconbarbara».