Al cellulare, urta un tram: grave ventiseienne

È caduta sporgendosi dal marciapiede senza vedere il mezzo in arrivo

Paola FucilieriUna mossa fatta sovrappensiero, un gesto automatico, una distrazione. Ha appena 26 anni A. C., la ragazza russa, residente a Milano, che ieri mattina è stata trasportata in gravi condizioni in ospedale a causa di traumi alla testa che si è procurata durante una caduta accidentale, causata del tutto involontariamente con un brevissimo contatto tra lei e un tram che stava transitando in piazza Duca D'Aosta, proprio davanti alla stazione Centrale.L'incidente è avvenuto attorno alle 12. La giovane è stata accompagnata d'urgenza all'ospedale Niguarda in condizioni che, in un primo tempo, sembravano gravissime, addirittura disperate. Sembra però che la giovane sia leggermente migliorata con il passare delle ore e poi nuovamente peggiorata, tanto da far decidere i medici per un'operazione nel tardo pomeriggio. Ora è prognosi riservata.Vediamo nei dettagli com'è andata. La ragazza ieri mattina stava parlando al telefonino mentre si trovava sul marciapiede proprio dove si aspettano i mezzi pubblici in piazza Duca D'Aosta. La giovane donna conversava tranquilla al cellulare e nel frattempo dava le spalle al tram della linea 5 che arrivava da via Vitruvio ed era diretto verso la periferia. È stato un attimo: la russa si è spostata sporgendosi leggermente verso la strada e urtando così il mezzo pubblico che transitava in quel momento accanto a lei . Nel contatto con il tram la ragazza ha perso l'equilibrio ed è caduta battendo così la testa sull'asfalto e, pare, perdendo subito i sensi.Il conducente del tram si è fermato e sul posto è arrivata un'ambulanza che ha trasportato d'urgenza la 26enne al Niguarda.Sul luogo dell'incidente è giunta quindi la polizia locale per i rituali accertamenti.