Cento grandi opere per la Lombardia

Cento cantieri che cambiano la faccia della Lombardia. Cento progetti tradotti in opere fondamentali non solo nella competività dell’area ma anche nella vita dei cittadini. Già, c’è fame di strade nella Regione, dove ci si muove con troppa fatica e dove sulle grandi opere infrastrutturali si è spesso consumato un braccio di ferro con gli ambientalisti messi di traverso.
Ieri, in Regione, si è messo un punto fermo: «Abbiamo fatto un planning di dettaglio su tutte le opere che servono per percorrere il territorio nella massima sicurezza, velocità e nel rispetto per l’ambiente» sostiene soddisfatto Roberto Formigoni dopo cinque ore di confronto con il ministro Antonio Di Pietro, il sindaco di Milano Letizia Moratti e il presidente della Provincia di Milano Filippo Penati. Trecento minuti che, chiosa il Governatore, «ci hanno fatto risparmiare una cinquantina di riunioni»: «Occasione per fare un punto di dettaglio concorde su quanto è stato realizzato in dodici mesi e di correggere, perfezionare i progetti». Come dire: «Non un tavolo di parole ma di fatti (...)