Centrale chiusa di notte: ecco la nuova cancellata

Terminato da tempo il restyling interno con il recupero di moltissimi spazi un tempo inutilizzati, lentamente Grandi Stazioni si sta occupando anche della parte esterna della stazione Centrale, la seconda stazione ferroviaria italiana per dimensioni e volume di traffico. In questi giorni, infatti, con un ritardo di un anno la spa del Gruppo ferrovie dello stato italiana - che svolge opere di riqualificare, valorizzazione e gestione nelle quattordici principali stazioni ferroviarie italiane - vengono posizionate le cancellate che saranno poi chiuse nelle ore notturne in cui la Centrale resta inattiva. I lavori d'installazione sono cominciati l'11 novembre e si concluderanno nell'anno nuovo, forse addirittura a gennaio. Per l'esattezza parliamo delle cancellate a protezione della Galleria delle Carrozze di Milano Centrale. L'ampio spazio monumentale della Galleria, che collega le piazze IV Novembre e Luigi di Savoia e che s'affaccia su piazza Duca d'Aosta, ospita 500 metri quadrati di boutique.In totale si tratta di 35 i cancelli, di cui 10 fissi e 25 apribili (alcuni di questi motorizzati), di altezza di 2 metri e lunghezze variabili dai 2 ai 9 metri, realizzati in ferro battuto, metallizzato e verniciato a polveri. In questo modo forse il bivacco notturno dei senza tetto sarà più sotto controllo e magari si troverà una soluzione anche per l'olezzo che si avverte arrivando in stazione. Ora ci rimane da sperare in una migliore illuminazione e magari anche nel restauro delle facciate.L'intervento fa parte di un percorso di recupero e valorizzazione dell'intero complesso, operato da Grandi Stazioni, controllata delle Ferrovie e partecipata da grandi gruppi industriali privati.La progettazione e l'installazione degli elementi di chiusura è stata effettuata dalla Gonzato Contract (Ind.i.a. spa) su disegno concordato con la Sovrintendenza ai Beni Architettonici di Milano. La committenza è Stazioni Nord Facility, facente parte del Gruppo Navarra (Italiana Costruzioni). I cancelli sono stati installati utilizzando solo fissaggi a terra tramite flange in acciaio dotate di tirafondi, specificatamente progettate per evitare di forare la pietra del Carso con cui sono realizzati gli spalloni, permettendone così il totale svincolo.L'installazione di tutti gli elementi metallici sarà curata dagli esperti della Gonzato Contract, divisione di Ind.i.a. spa dedicata alle grandi opere, mentre la produzione è stata affidata agli artigiani di Arteferro, divisione di Ind.i.a. spa.RC