In centro si corre all'alba: in 3mila alla «5.30»

Correre di notte può sembrare una follia. Forse. Ma non correre alle 5 e mezzo del mattino almeno a giudicare da quanti lo fanno ormai sempre più spesso. Da Modena, dove tutto è cominciato sei anni fa, correre all'alba nelle città deserte è diventato moda e addirittura un «tour» che coinvolge 15 città. Da Verona a Palermo, Torino, Bologna, Ferrara, Bari, Notthingham (UK), Venezia, Riva del Garda, Roma, Reggio Emilia Mantova l'appuntamento è nei centri storici che stanno ancora dormendo. Molti corrono all'alba perchè quello è il tempo che hanno a disposizione. Molti corrono all'alba per accumulare l'energia necessaria ad affrontare la giornata. Molti altri solo perchè si divertono.

Comunque sia dopodomani mattina a Milano nei giardini Montanelli di via Palestro sono attesi più di tremila podisti. La «5.30» è una corsa che gira intorno a due numeri: si parte alle 5 e mezzo e si corrono cinque chilometri e mezzo. «Un'occasione per divertirsi, un allenamento collettivo aperto alle persone di ogni età e capacità - spiegano gli organizzatori - con lo scopo di promuovere uno stile di vita sano come appunto quello di correre o passeggiare all'alba, in un giorno lavorativo e nel contesto in cui la gente vive e lavora».

Una piccola dose di adrenalina prima di cominciare, prima di presentarsi in ufficio con la convinzione di aver fatto non un'impresa ma sicuramente qualcosa di strano e diverso dal solito. Il percorso è identico a quello dello scorso anno. Si parte e si arriva ai giardini Indro Montanelli di via Palestro passando nelle zone più suggestive della città come Corso Venezia, Piazza San Babila, Piazza Duomo, sotto la Galleria Vittorio Emanuele, per poi lambire palazzo Marino, attraversare il quadrilatero della moda e fare ritorno a giardini Montanelli.

La tappa vedrà la collaborazione dei Podisti da Marte che a Milano (e non solo) alterna con successo eventi di running con azioni di solidarietà ed aiuto a chi ne ha bisogno. Ci si può ancora iscrivere online sul sito www.run530.it oppure nei punti vendita Koala Sport (in via dei Gracchi 26) e Runner Store (via delle Legioni Romane 59).

Niente gonfiabili, niente transenne, staffette in bicicletta, niente musica, solo l'entusiasmo dei partecipanti e l'attenzione di tutti a rispettare l'ambiente, per lasciare il luogo di partenza e arrivo perfettamente in ordine pochi minuti dopo la fine dell'evento dopo un rinfresco finale con la frutta di stagione. Una corsa «green» che prorio per questo ha ricevuto quest'anno anche il patrocinio di Expo.