ALLA CERIMONIA ANCHE L'EX MINISTRO KYENGEDal Comune cittadinanza simbolica a 100 figli di stranieri

Il Comune rivendica lo «Ius soli», il diritto di cittadinanza per i figli di immigrati nati in Italia. In attesa di una legge, ha conferito il secondo anno la cittadinanza onoraria simbolica del Comune a 100 alunni di origine straniera. La cerimonia, avvenuta l'anno scorso alla presenza dell'ex ministro all'Integrazione Cecile Kyenge, si è svolta alla Cascina Chiaravalle in via Sant'Arialdo, uno dei beni confiscati alla mafia assegnato nei mesi scorsi alle associazioni. Gli assessori al Welfare Piefrancesco Majorino e alla Scuola Francesco Cappelli hanno rivendicato «per questi ragazzi il diritto di essere italiani a tutti gli effetti, per il Comune non ci sono cittadini di serie A e serie B. Lo ius sanguinis, il diritto di sangue, va sostituito con o ius soli».Secondo i dati dell'Ufficio Statistica del Comune, relativi al 2013, i minori residenti (italiani e stranieri) a Milano sono 205.441. Gli stranieri sono 36.204, il 17,6%.

Commenti

Giorgio5819

Mer, 07/05/2014 - 17:22

Come sempre, in attesa di una legge, i rossi fanno quello che vogliono. Lo ius soli è la follia di un gruppo di sinistrati mentali che tentano proditoriamente di distruggere l'Italia in nome della loro ignoranza.