In un cespuglio la borsa da 32mila euroEra stata rubata in Montenapoleone

È stato arrestato il ladro della preziosa borsa griffata da 32mila euro sparita dal negozio Prada di via Montenapoleone il 2 maggio scorso. Si tratta di un 61enne serbo, Sevislav S., con precedenti e senza fissa dimora ma vestito tanto distintamente da essere stato considerato al momento del furto del tutto insospettabile dai commessi del negozio. La preziosa refurtiva, in pelle di coccodrillo, è stata rinvenuta in un cespuglio di via Marina, vicino ai giardini Indro Montanelli e podo distante dal Quadrilatero della moda. E lì è rimasta per tre giorni.
La cattura del serbo risale infatti al 3 maggio, grazie all'azione degli agenti della Squadra mobile che hanno rilevato l'utilizzo del «disturbatore», nascosto all'interno del giubbino indossato il 2 maggio dal ladro. Si tratta di un dispositivo elettronico cancelli in grado di «disturbare» l'azione dell'antitaccheggio interferendo con le onde emesse e deviandone il segnale. Una volta individuato, l'uomo è stato riconosciuto anche dai commessi che il 2 maggio erano presenti in via Montenapoleone quando l'uomo, vestito bene e con fare disinvolto, si era introdotto nel negozio prelevando la borsa da 32mila euro, infilandosela sotto il giubbino e fuggendo senza fretta. Il serbo è ora oggetto di ulteriori controlli per verificare che non sia autore di altri furti analoghi nel quadrilatero della moda.