Che cosa c'è dietro uova e colombe: ricette, segreti e sorprese

Michele Vanossi

Le novità artigianali 2017 relative ai dolci pasquali sono numerose. Per la colomba, nonostante il mercato offra numerose varianti con o senza glassa e dalle più curiose farciture (con frutta esotica, con albicocche, con frutta secca, alla liquirizia, allo zafferano), le preferenze dei clienti vertono soprattutto su quella tradizionale: pasta lievitata e canditi. Oppure granella di zucchero e mandorle.

Per le uova di cioccolato prevale un ritorno al gusto più deciso del cioccolato fondente, al cioccolato a due gusti (latte e fondente), ma anche la ricerca di un forte contrasto con i sapori acidi della frutta. Per i golosi più audaci è impossibile non lasciarsi tentare dalle uova «trendy» ai ribes e ai frutti di bosco.

La grande distribuzione e i numerosi laboratori artigianali meneghini (Knam, Gattullo, Taveggia, Cucchi, Cova, Marchesi, Ranieri, Migliavacca, Sant'Ambroeus, Cioccolati Italiani, Martesana, Vergani solo per citare i più titolati) propongono l'uovo in infinite varianti e sapori (al latte, alle nocciole, alle noci, ai pistacchi, alle bacche di goji) magari caratterizzato da estrose e colorate decorazioni come i fiorellini in pasta di zucchero o le foglie d'oro (presenti sulle creazioni di Knam).

E che dire delle forme? Per i più piccoli sono sempre ambite quelle che ricordano i personaggi dei cartoon o gli animaletti più classici. I prezzi medi variano a seconda degli ingredienti, della grammatura, della sorpresa contenuta ma anche dal packaging (Cioccolati italiani confeziona le uova in variopinti e preziosi foulard di seta che ricordano la primavera!).

Uovo di qualità significa indubbiamente un'ottima materia prima originaria: Criollo si serve del prezioso cacao proveniente dalle piantagioni di proprietà di Domori, in Venezuela; Häagen-Dazs che per il 2017 ha immesso sul mercato l'uovo ripieno al gelato di vaniglia e mango impiega cioccolato fondente Cumabo al 74%; Cioccolati italiani nella nuova Fabbrica del Cioccolato di via De Amicis utilizza esclusivamente il cacao più pregiato al mondo - Fino de Aroma.

L'uovo di Pasqua è anche sinonimo di sorpresa (per la grande distribuzione, Ferrero fin dagli anni '60 soddisfa pienamente le aspettative di milioni di bambini). Alcuni laboratori o pasticcerie, se avvisati in anticipo, possono personalizzare sia gli ingredienti sia le sorprese di queste produzioni dolciarie divenute, a prescindere, i simboli della Pasqua.