Chi giudica i candidati al concorso? Il dirigente Cgil che li ha preparati

Partecipare a un concorso pubblico indetto dal Comune di Milano e trovarsi di fronte in qualità di commissario di esame proprio il docente che vi ha preparato. Questo è capitato al centinaio di precari che in questi giorni sta sostenendo, presso il Settore Valorizzazione delle Risorse Umane in via Bergognone 30, gli esami per la selezione a istruttore dei servizi amministrativi-contabili. E il corso di preparazione al concorso è stato organizzato, tra la fine di febbraio e la metà di marzo, dalla Cgil presso la Camera del lavoro di Corso di Porta Vittoria 43. Basta dare un'occhiata al programma del corso per scoprire che uno dei docenti è Andrea Zuccotti, funzionario del settore «Servizi al cittadino, servizi demografici, protocollo e archivio civico». E guarda caso il commissario d'esame è sempre Andrea Zuccotti. E nessun caso di omonimia. Interpellato, lo stesso Zuccotti non ravvisa problemi anzi: «La mia attività per la Cgil è di natura volontaria e non percependo un emolumento non ho ravvisato la necessità di informare il Comune di Milano. La normativa vigente me lo permette e si tratta di attività extraufficio». Alla domanda se è iscritto o meno alla Cgil, Zuccotti risponde candidamente di sì.