Ciclista denuncia «Mi ha travolto un mio amico, è geloso di me»

All'inizio sembrava un banale incidente stradale, un ciclista urtato da un automobilista poi fuggito senza prestare soccorso. Invece quando i vigili sono andati a parlare con il ferito, hanno scoperto una storia di gelosia e stalking: «Mi ha tirato sotto apposta» ha infatti detto il ciclista. Breve verifica e alla fine il mancato omicida è stato individuato e quindi denunciato per lesioni. Il fatto, o meglio fattaccio, è avvenuto sabato in via Maderno, traversa di viale Tibaldi, dove un ciclista di 48 anni, finisce lungo e disteso a terra, dopo essere stato urtato da un automobile poi sparito senza fermarsi. Accorrono i passanti, qualcuno si assicura delle sue condizioni, qualcun'altro chiama il 118. Un'ambulanza lo porta in codice giallo al San Carlo dove viene ricoverato in condizioni serie ma non tali da rischiare la vita. In ospedale viene raggiunto dai ghisa in cerca di dettagli per identificare il pirata della strada, scoprendo un altra realtà. L'investitore infatti è conosciutissimo dal ferito, in quanto da mesi lo perseguita tanto da venire denunciato per stalking. Alla base di tanto accanimento, spiega la vittima, la gelosia. Senza specificare se i due siano rivali in amore o la loro relazione piuttosto intima. Dettagli forse pruriginosi, ma che non interessano la giustizia a cui basta dare un nome all'investitore da denunciare prima e processare poi per lesioni.