Al cinema mamme e neonati trovano pure lo scaldabiberon

All'Anteo un ciclo di film per chi va in sala col bebè

Il cinema invita le neo mamme. Il binomio, spesso inconciliabile per le esigenze del pupo, da giovedì diventa decisamente meno antitetico. L'idea di mettere in piedi una rassegna di appuntamenti che consenta di godersi lo svago di un buon film anche a chi ha appena avuto un bebè e deve accudirlo è venuta all'Anteo. «Cinemamme» è insomma un progetto pilota che parte il 13 dicembre con una serie di sei proiezioni da qui al 21 febbraio, esclusa ovviamente la pausa natalizia.

Come detto, si parte giovedì e si riprende con cadenza settimanale dal 10 gennaio. Invitare le mamme al cinema significa offrire loro un contesto in cui poter portare anche i loro piccoli. Anzi piccolissimi. L'Anteo si equipaggerà in queste occasioni di tutto quello che serve perché la neomamma non debba ricorrere alla baby sitter, altrimenti che novità sarebbe.

Così, ecco che le sale avranno luci soffuse, un volume più basso, scalda biberon e quant'altro possa far sentire a casa le mamme con i loro bambini. Naturalmente, sono ammessi anche i sostituti delle neo mamme, ovvero neopapà e neononni che avessero in custodia e tutela il loro piccolino. Le proiezioni si svolgono alle 11 e l'ingresso costa 4 euro con la possibilità di acquistare a 10 euro un carnet per quattro ingressi.

Giovedì si comincia con A star is born di Bradley Cooper, ma il calendario è stato già fissato. Il 10 gennaio Bohemian Rhapsody di Bryan Singer darà il benvenuto al nuovo anno con le neomamme, cui seguirà Notti magiche di Paolo Virzì (sabato 19 gennaio), Euforia di Valeria Golino (giovedì 24 gennaio), Van Gogh - At eternity's gate di Julian Schnabel (giovedì 7 febbraio) e in conclusione La favorita di Yorgos Lanthimos (giovedì 21 febbraio). Sarà un assaggio, dunque. Se le neomamme gradiranno, affollando la sala loro riservata, si proseguirà.