Cisterna di benzina si ribalta, tre feriti

Statale chiusa per oltre 10 ore, trasbordati 19mila litri di carburante

Personale di Anas per tutta la giornata di ieri è rimasto sul posto per la gestione della viabilità e il ripristino della normale circolazione. La situazione molto critica lo richiedeva visto il grave incidente avvenuto nella mattinata (erano le 7.15) sulla Valassina (la Statale 36, che collega Milano a Lecco) nel comune brianzolo di Briosco, in località Robbiano. È lì, al chilometro 26 in direzione di Lecco, che una cisterna contenente benzina si è ribaltata sull'asfalto.

Ancora non si conoscono le ragioni che hanno causato l'incidente, in cui sono rimasti coinvolti anche altri un'auto e un furgone. Forti le ripercussioni sul traffico: la Valassina è rimasta chiusa per oltre dieci ore nel tratto corrispondente all'incidente - tra gli svincoli di Giussano (Monza Brianza) e di Arosio (Como) - e in entrambe le direzioni. Al lavoro per rimuovere i veicoli e sgomberare la strada i vigili del fuoco Sono intervenuti i vigili del fuoco di Carate Brianza, Desio e Milano compresa l'unità speciale Nbcr (Nucleo biologico chimico radiologico): da subito infatti le operazioni di ripristino della normalità si sono prospettate particolarmente lunghe e il traffico in tilt tra Milano e Lecco era destinato solo ad aumentare.

Sul posto è arrivato il personale del 118 ma fortunatamente le persone ferite - tre uomini di 41, 52 e 61 anni (i conducenti della cisterna, del furgone e dell'auto) e una 52enne - sono risultate meno gravi di quanto sembrava all'inizio. I tre uomini (solo uno in codice giallo, gli altri due pazienti in verde) sono stati distribuiti tra gli ospedali di Rho, Carate Brianza e Desio; la donna coinvolta nell'incidente è stata curata da un'auto medica e non ha avuto la necessità di essere trasportata in ospedale.

Alla fine i vigili del fuoco dell'Unità speciale Nbcr hanno dovuto trasbordare ben 19mila litri di carburante.