Città allagata, l'asfalto cede ma nessun allarme alluvioni

Strade allagate ovunque in città, sia in centro sia in periferia. Non solo con i «laghi» lungo il ciglio delle strade ma anche sui marciapiedi, costellati da una serie infinita di pozzanghere. Pozzanghere profonde e dislivelli con l'asfalto spaccato in cui è un attimo inciampare e farsi male.
Ma a parte questo, non c'è nessun vero allarme meteo. Dalla Regione Lombardia arriva solo un suggerimento: «Prudenza e spostatevi solo se è necessario». Secondo il rapporto della sala operativa di Protezione civile, le aree a rischio idrogeologico sono l'area Garda-Valcamonica e l'area delle Prealpi centrali. Sotto stretto controllo il fiume Lambro. «Il report della Protezione civile - spiega l'assessore alla Sicurezza Simona Bordonali - evidenzia come il maltempo non abbia generato allarmi particolari, ma chiediamo a coloro che si trovano in montagna di evitare i fuori pista. Si segnala rischio valanghe nelle zone Orobie e Garda-Valcamonica».