La città invasa dai mostri È l'antipasto di Halloween

Oggi centinaia di persone truccate da morti viventi sfileranno per la città. Partenza da parco Sempione

Elena Gaiardoni

Emaciati fino allo stralunato sepolcro color banana di vampiro. Sulla pelle lacerata da botte, macchie, buchi neri come nei sul naso di streghe sdentate, escrescenze livor e color melanzana. Di brace gli occhi che neppure Caronte, il marinaio di barche infernali su paludi olezzanti come vecchie calze, è così «dimonio» da vomitar dalle palpebre tagliate un sangue tanto rosso fino all'osso. Eccoli: sono gli zombie che domani prenderanno a ferro e fuoco Milano per cambiarne i connotati, fin dalle 10 del mattino in parco Sempione. Halloween è alle porte, così come l'atteso Monsterland targato Unconventional Events, che giungerà all'ottava edizione il 31 ottobre all'ex scalo Farini di via Valtellina 7.

Una marcia «marcia» (leggete putrefatta come un brufolo schiacciato) e sinistra (leggete anche destra, perché sinistra è intesa in quanto funesta) marcirà, ehm scusate!, marcerà per le strade di Milano dalle quattro del pomeriggio, quando il crepuscolo dell'autunno si scioglie in pece notturna e ogni cittadino milanese non potrà più sentirsi al sicuro. Un tombino cambierà sesso e si trasformerà in tomba, i bar diventeranno bare e tutti i vostri lipidi accumulati potrebbero augurarsi di sciogliersi in lapidi, vedendo questa mitica «Zombie Walk». Sono morti viventi che divoreranno ogni senso della realtà, perché salgono dalle tombe, scusate, dai tombini, si materializzano dalle nebbie dell'aldilà, accompagnati da ectoplasmi, fantasmi, miasmi e orgasmi, nel senso di entusiasmi, da non credersi. E' la più estesa invasione zombie di tutti i tempi, scatenata in giochi di tutti i generi mortali.

Un esempio? Caccia agli zombie. Prima che il corpo mortale di alcuni figuranti si sottoponga alle cure dell'area trucco verranno scattate foto. La caccia consisterà nell'individuare il personaggio allo stato naturale. Più difficile il gioco se, invece della persona, al giocatore verrà mostrata una foto d'infanzia del soggetto. Per dimostrare di aver riconosciuto il figurante bisogna scattare una foto in mezzo a lui e postarla sul profilo Facebook. Il corteo non poteva che essere guidato da un carro sul quale saliranno famosi dj come Oyadi, Molella, Isai, Datura, ReSeti e Parro. Tanti artisti alla manifestazione come Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso, protagonisti dello storico programma di Radio Deejay «Deejay Time». L'intero inferno sarà surriscaldato da dj nazionali e internazionali quali Vitalic, Reseti, Reboot, Shlomi Aber, Nice7, Marco Baley, Emerson, Marcel Flenger, Alex Dolby, Smoothies, Waveshape. Tutto cambierà. Anche le rane non partoriranno più girini, ma gironi!