Col Codice blu niente attesa per i disabili

Istituire un «codice blu» che garantisca un accesso preferenziale al pronto soccorso per le persone con disabilità. È la proposta contenuta in un Ordine del giorno approvato all'unanimità dal Consiglio provinciale di Monza e Brianza. Il documento («Diritti senza barriere - Azioni positive a sostegno della disabilità») proposto da Paola Gregato, presidente della settima Commissione Politiche sociali, politiche giovanili, sicurezza, protezione civile, sarà trasmesso al presidente della Conferenza dei sindaci e al Consiglio di rappresentanza dei sindaci dell'Asl della Brianza. L'obiettivo è promuovere la sigla di un accordo tra l'Asl e gli ospedali del territorio per dar vita al codice blu, uno strumento che, si legge in una nota diffusa dalla Provincia, «eviterebbe le lunghe attese al pronto soccorso riducendo i disagi per i disabili e le loro famiglie e rendendo meno pesante - anche sotto il profilo psicologico - l'impatto con le strutture ospedaliere durante la fase diagnostica nel rispetto della dignità e del benessere di tuttì». Con l'Odg, spiega Gregato, «chiediamo una maggior attenzione da parte delle istituzioni nei confronti delle persone disabili, per rendere il meno penalizzante possibile la vita a chi è già meno fortunato».