La collana sparita ritorna al collo della Madonna della Pace

Elena GaiardoniDopo le lacrime di tristezza, arrivano le lacrime di gioia per l'anziana signora che aveva donato alla Madonna della Vittoria e della Pace, nella chiesa di San Martino a Magenta, una collana d'oro del valore di 3 mila euro. Rubato il 2 febbraio scorso, il monile ex-voto è stato rinvenuto pochi giorni dopo e oggi sarà riconsegnato al parroco don Giuseppe Marinoni con una cerimonia ufficiale al termine della messa delle 10.30 dai carabinieri di Abbiategrasso, che insieme a quelli del nucleo investigativo di Milano hanno avviato le indagini giunte a lieto fine, perché l'autore del furto è stato individuato. Si tratta di un pluripregiudicato di Cesate, M. B., 37 anni. Nella notte del 2 febbraio l'uomo si era chiuso in chiesa ed era riuscito a fare un foro con uno scalpello nella teca in vetro in cui il gioiello era custodito, protezione voluta e pagata sempre dalla devota donatrice. Il ladro si era rivolto a un ricettatore di 32 anni, D. M., dai numerosi precedenti penali alle spalle, che ha tentato di vendere la collana a un compro oro di Rho. Proprio intercettando la vendita i carabinieri di Abbiategrasso hanno potuto riprendere il collier. A tradire il ladro sono state le impronte digitali. Il complice invece è stato rintracciato tenendo sotto controllo i compro oro della zona. Entrambi sono stati denunciati.Oggi tutto il paese si radunerà intorno alla cerimonia di consegna, ma ancora non si sa se la collana sarà riportata nella cappella dedicata alla statua della Vergine, perché secondo il parroco il luogo sacro è stato profanato quindi prima si dovrà procedere a un rito riparatore.