Comica primarie, farsa moschee

Accordo a sinistra per le consultazioni il 7 febbraio, ma arriva il nuovo stop di Renzi

Non c'è pace sul caso moschea, anche se è arrivato il primo passo ufficiale del Comune. È stata pubblicata ieri la determina che assegna le tre aree messe a gara per l'edificazione dei luoghi di culto. E sul piano politico cresce nel Pd la fronda anti-Majorino. E quasi una comica stanno diventando le primarie. Ieri la mattinata è passata tra attacchi durissimi di Sel al segretario milanese del Pd e minacce di disertare il tavolo di coalizione fissato nel pomeriggio per scegliere la data. Trovata la mediazione sul 7 febbraio, e annunciata dai coordinatori del centrosinistra è dal premier-segretario del Pd Matteo Renzi che arriva immediata una frenata: «Leggo di consultazioni più o meno convocabili. Dopo le sconfitte brucianti a Venezia e in Liguria dobbiamo discutere se farle o no».

servizi alle pagine 2 e 4

Commenti

FRANZJOSEFVONOS...

Mar, 22/09/2015 - 13:38

SINISTRI SIETE B U F F O N I PERICOLOSI PER L'ITALIA. B U F F O N I