Commercio, si «saldi» chi può Parte la caccia agli affari ma si spenderà il 30% in meno

Sarà che la prima giornata di saldi ha coinciso con uno dei sabati più caldi dell'estate. Sarà. Fatto sta che il solito via vai nelle vie dello shopping non s'è visto. Poche file, poca gente in giro con i sacchetti. L'unica eccezione l'hanno fatta i turisti, giapponesi in testa, in coda dalle prime ore del mattino davanti alle boutique griffate di Montenapo e via della Spiga. Le stime dei commercianti sono desolanti. «L'affluenza nei negozi - commenta Giorgio Montingelli, Unione del Commercio - è molto bassa, per ora stiamo registrando un calo delle vendite del 30-40%». Nessuno avrebbe mai detto di dover rimpiangere gli affari, già ridotti, dell'anno scorso. La situazione peggiore si registra in corso Vercelli, penalizzata dai cantieri per sistemare le rotaie del tram. I negozianti parlano di vendite dimezzate: «Ci hanno dato il colpo di grazie»