Comune bocciato Illegittime le multe notificate in ritardo

Milioni di sanzioni al vaglio dei giudici che danno ragione ad Altroconsumo

Non solo milioni di multe notificate oltre il termine di legge di 90 giorni. Ma anche una frase «furbetta» sui verbali stessi. Il Tar prova a mettere ordine nella questione delle sanzioni per eccesso di velocità comminate dopo l'installazione, nel 2014, di sette nuovi autovelox. I giudici amministrativi hanno dato ragione ad Altroconsumo, che aveva presentato un ricorso contro il Comune. Per la «prassi» di notificare in ritardo le multe. E per una dicitura illegittima sui verbali, in cui si dichiara che il termine per la notifica decorre dal momento in cui il vigile visiona le foto scattate dall'autovelox (e non dalla data dell'infrazione). Il Tar dà ragione nel merito all'associazione, ma si dichiara incompetente sull'eventuale restituzione delle multe incassate.