Comune, caccia ai 500 milioni che mancano

Profondo rosso a Palazzo Marino. Non è un horror purtroppo, ma la reale situazione dei conti. Un buco di 500 milioni per far quadrare il Bilancio preventivo 2013 rispettando il Patto di stabilità. L'assessore Balzani ha lavorato per una settimana sullo «storico» delle spese del Comune negli ultimi 5 anni e oggi presenterà alla giunta un'agenda dettagliata all'insegna del risparmio. Ieri alle 16 e trenta è iniziata una due giorni di confronto tra sindaco e assessori su spese e obiettivi, «la leva fiscale sarà l'ultima spiaggia» è quanto ribadiscono da giorni Giuliano Pisapia e la sua squadra, ma dalla nuova tassa rifiuti (la Tares) alla bolletta dell'acqua, dei ritocchi verso l'alto sembrano già inevitabili. Il sindaco ha chiesto di concentrare oggi la discussione sul bilancio per estendere la riunione ai capigruppo di maggioranza. Venerdì l'invito sarà il vertice allargato a Lega e Pdl. Rizzi detta le priorità: «Attenzione a famiglie e giovani coppie».
E intanto, nonostante la spending review, l'infornata di co.co.co continua.