Concerti di Natale, c'è Harding alla Scala

Domani (ore 20) va in scena l'ultimo concerto di Natale nel Teatro alla Scala dell'era Stephane Lissner. Orchestra e coro scaligeri saranno impegnati nell'Elias, oratorio di Felix Mendelssohn, dirige Daniel Harding. Una pagina monumentale, di quelle che il futuro sovrintendente, Alexander Pereira, e direttore musicale, Riccardo Chailly, hanno promesso di inserire in cartellone con una certa regolarità, dunque dal 2015. Pereira ha parlato, per esempio, del Requiem di Verdi da proporre annualmente diretto dal direttore musicale ma anche dalle grandi bacchette che - ha promesso - torneranno a Milano. Harding, inglese, è artista spesso ospite al Piermarini. Fu lui, nel dicembre 2005, a intervenire in soccorso per risolvere il caso Prima della Scala. Correva l'anno del divorzio Scala/Muti e Daniel Harding venne chiamato per un Sant'Ambrogio scaligero last minute. Da allora il rapporto e' andato consolidandosi, anche sul fronte dell'Orchestra Filarmonica.
Un concerto, quello scaligero, che spicca nel ricco ventaglio di appuntamenti natalizi della Milano musicale. Si è appena consumato il Messiah di Haendel nella basilica di San Marco con i complessi dell'Amsterdam Baroque di Ton Koopman: in vero stato di grazia per questa chiusura dei festeggiamenti per 150 anni di fondazione della Società del Quartetto.
Coincide con quello scaligero il concerto di Natale del Coro di Voci Bianche de laVerdi, all'Auditorium di Milano (ore 20.30). Vanno in scena i fanciulli che hanno brillato nell'Ottava Sinfonia di Mahler diretta da Chailly, a Fieramilanocity, in coda a novembre. Diretti da Maria Teresa Tramontin, propongono i classici natalizi, da Adeste Fideles al Merry Christmas istituzionale. Giovanissimi, fra i 7 e i 17 anni, anche i ragazzi dell'Orchestra I Piccoli Pomeriggi, che domenica (ore 11), al Dal Verme, eseguiranno Canto di Natale di Charles Dickens con la voce narrante di Federico Manfredi. Sul podio, Daniele Parziani impegnato in musiche di Vivaldi e Torelli.
È a ingresso libero il Concerto di Natale di domani (ore 21) con l'Orchestra del Conservatorio che suona in casa. In programma, musiche di Schubert, Saint Saens e Beethoven. Concerto di fine anno che coincide con la presentazione del nuovo sito del Conservatorio.
La rassegna di 44 concerti d'organo Cantantibus Organis offre due concerti natalizi, il primo è sempre domani (ore 16.45) nella chiesa di San Vincenzo in Prato. Domenica pomeriggio (ore 17), nella Chiesa Rossa, musiche di Bach, Buxtehude e Walther verranno proposte sul nuovo organo Mascioni.
Domani, alle ore 21, nella Basilica del Corpus Domini sono attesi l'orchestra e coro ArsCantus diretti da Giovanni Tenti. Per l'occasione, organata dalle Serate Musicali, presentano un programma dal titolo «Invito al Presepio».
Musiche della tradizione natalizia di ogni angolo del mondo sono in programma alla Palazzina Liberty in largo Marinai d'Italia per il 26, alle ore 17. In programma, Ceremony of Carols di Britten, quindi canti brasiliani. Sempre nella Palazzina Liberty, ma nel cartellone di Milano Classica, il doppio appuntamento natalizio del 21 (ore 21) e del 22 dicembre (ore 11). Sabato scorrono pagine di William Hanry Monk, Thelonious Monk e Sparklehorse. Domenica l'orchestra di Milano Classica con Giuliano Carmignola al violino e direzione offre un appuntamento fra i colori di Antonio Vivaldi e le cattedrali in musica di Bach.