La Consob ha multato SeaPasticci sulla quotazione

La Sea è stata multata dalla Consob per le informazioni date al mercato nel 2012, quando la società provò, senza successo, a quotarsi in Borsa. La multa è di 5mila euro, il minimo, perché la società poi collaborò in modo trasparente con la commissione e perché non ci fu danno per gli investitori. Il 19 novembre 2012, ricorda la Consob, Giuseppe Bonomi, allora presidente della Sea, durante il roadshow fece delle «dichiarazioni in merito all'intenzione della società di distribuire dividendi in misura pari al 70% degli utili conseguiti». Dichiarazioni che la Consob ha giudicato «non coerenti con quanto riportato nel prospetto informativo». Le parole di Bonomi provocarono uno scontro tra il management e l'azionista F2i, che chiese e ottenne un supplemento al prospetto per precisare che la società non aveva adottato una politica di dividendi.