Il console olandese lascia Milano. Naturalmente in bici

Alla fine del suo mandato e alla soglia delle pensione Johan Kramer tornerà nel Paese natale in sella alle due ruote

Il console Johan Kramer lascia Milano in bici

Come poteva partire dall'Italia se non in bicicletta? Johan Kramer, console generale dei Paesi Bassi a Milano, lascia definitivamente la città alla fine del suo mandato di tre anni, lo fa pedalando e così raggiungerà la patria delle due ruote. Kramer, da sempre "attivista" della bici, parte sabato 3 agosto alle 11 insieme alla moglie, alla figlia e ad alcuni amici. La prima tappa della lunga biciclettata sarà Milano-Casale Monferrato, la seconda fino ad Alba e il terzo giorno raggiungerà Cuneo, per poi attraversare le Alpi con destinazione Olanda.
Chi vuole salutare il console, fa sapere Fiab Ciclobby onlus, potrà farlo prima della partenza davanti al Duomo. Kramer, dopo oltre 35 anni di servizio diplomatico a Tokyo, Pechino, Lagos, Toronto, Parigi e Milano, andrà in pensione. Il diplomatico è sempre stato attivo nella promozione della mobilità sostenibile e durante la permanenza a Milano ha spesso partecipato a iniziative pro-bici e collaborato con Fiab Ciclobby in biciclettate come Bicinfesta di primavera e Bimbimbici. È un ciclista convinto da quando era ragazzo e per lui è naturale partire dall'Italia in sella alle due ruote.
Come la maggior parte degli olandesi - oltre 16 milioni di abitanti che possiedono 18 milioni di biciclette - il console andava ogni giorno al lavoro pedalando. E anche quando i cittadini dei Paesi Bassi vengono in vacanza in Italia, la attraversano spesso in bici. Gli italiani che scelgono questo mezzo green per le ferie d'altra parte sono in aumento. Nel 2012 molti di loro, 435mila, hanno optato per l'Olanda, scoprendo i suoi paesaggi attraverso 35mila chilometri di piste ciclabili. Tra Amsterdam e Utrecht c'è persino una sorta di "autostrada" preferenziale ciclabile, che permette ogni giorno a migliaia di persone di raggiungere il luogo di lavoro o di studio in breve tempo in bici, senza avere attorno il traffico automobilistico. Il governo olandese da anni investe nella sicurezza dei ciclisti, rendendo il Paese il posto ideale per una vacanza sulle due ruote con la famiglia e i bambini.

Commenti
Ritratto di CiccioCha

CiccioCha

Sab, 03/08/2013 - 07:51

Questo sì che è un vero biciclettaro 'DOC' non quelli della domenica come ben sapete a chi mi riferisco.