Consulenti e convegni: spesi 6 milioni

Il governo pubblica (anche) l'elenco dei pagamenti effettuati dal Comune nel 2014

Solo di energia elettrica se ne sono andati quasi 29 milioni, per il riscaldamento un'altra quarantina e la spending review sulla carta (le fotocopiatrici vengono tenute parecchio a riposo rispetto al passato) il conto è pari a 822mila euro. Da ieri i conti di Palazzo Marino sono finiti voce per voce, come gli altri Comuni italiani, su soldipubblici.gov.it, il portale su cui è possibile consultare quanto spendono le pubbliche amministrazioni. «Vedere quanti soldi sono stati spesi dà alle persone uno strumento pazzesco di pressione nei confronti della PA per dare conto di cosa si è fatto con i nostri soldi e per chiedere servizi migliori» ha esortato su Facebook il premier Matteo Renzi. E dunque, i milanesi possono spulciare e poi chiedere conto alla giunta Pisapia, in rete si trovano tutti i pagamenti effettuati nel corso del 2014 per un ammontare generale, tra spese correnti e in conto capitale, che arriva a 3,3 miliardi. Tra covegni, manifestazioni, co.co.co e consulenze sono stati spesi circa 6 milioni di euro, circa 628mila euro invece le spese per la pubblicità. Il Comune ha speso un milione per le liti davanti ai vari tribunali e 184mila euro come oneri di sentenze sfavorevoli.

Il Pd non difende abbastanza il racket delle occupazioni? Si fa irruzione in una sede, si spacca tutto, si terrorizzano i pensionati. Il sindaco si permette (timidamente) di prendere le distanze dagli eccessi degli squatter? Si attacca Palazzo Marino e si prende a uova il suo portavoce. Ultima puntata l'altra notte: i centri sociali vanno a devastare l'hotel che ha osato ospitare un convegno dell'ultradestra. È ora che Pisapia scarichi gli autonomi.

Chiara Campo a pagina 3

Presentato ieri in Regione l'inno della Lombardia, scritto da Mogol e musicato da Mario Lavezzi. Ovazione in aula con i soli «grillini» a non applaudire. Soddisfatto Maroni dopo che è stato accolto il suo suggerimento di un arrangiamento «più rock, perché la Lombardia è rock».

Milano con il cuore in mano anche il giorno della Vigilia. Domani, infatti, le grandi associazioni di solidarietà - da Fondazione Exodus ad Arca ai City Angels - si mobiliteranno per i senzatetto. Appuntamento alla Stazione Centrale per la Messa, il pranzo e i pacchi dono.