Contro gli affitti choc stanze e posti letto offerti dal volontariato

Prima che dalle istituzioni, le risposte per contrastare il business degli affitti folli sono arrivate dal mondo del volontariato. Con le associazioni, con le parrocchie, con i privati che hanno cominciato a fare squadra e a proporre soluzioni alternative alle tariffe choc. Prima pochi posti letto, poi qualche stanza messa a disposizione dai parrocchiani più sensibili al problema. Oggi una rete di monolocali e case che possono rispondere a vari tipi di esigenza. Basta accedere al sito www.acasalontanidacasa.it per poter accedere all'offerta di case di accoglienza, istituti o case gestite da fondazioni. Ci sono i numeri di cellulare a cui rivolgersi e i prezzi. Tutt'altra cosa rispetto ai privati senza scrupolo. Si parla infatti di 15 euro al giorno e anche di «soggiorni ad offerta libera» in base alle possibilità. E sono anche previsti contributi per i casi in cui le difficoltà economiche sono pesanti. A gestire le strutture ci sono i volontari e un po' di risorse vengono trovate grazie agli sponsor privati. Dietro al progetto c'è CasAmica onlus, che collabora con altre realtà come la lega anti tumori Lilt, l'associazione contro la pedofilia Prometeo e l'associazione dei volontari ospedalieri Avo. A dare un'alternativa sostenibile ai pazienti e alle loro famiglie arriva anche Airbnb, il portale on line che mette in contatto persone che offrono e cercano casa o camere per brevi periodi. Con la regia del Comune e il coordinamento della cooperativa «I sei petali», nata dalla casa di accoglienza delle donne maltrattate, Airbnb offrirà una settimana gratis ai familiari dei degenti in alloggi selezionati in zone vicine agli ospedali milanesi. Il progetto ha avuto successo fin da subito. Dopo sole 24 ore dal lancio dell'iniziativa, conferma il country manager del sito di Airbnb, Matteo Stifanelli, le adesioni da parte dei proprietari sono arrivate a quota cento. Per aderire all'iniziativa basta inviare una mail a iseipetali@iseipetali.it o telefonare allo 02.36516102. L'associazione verificherà che la famiglia abbia diritto alla promozione e procederà con la prenotazione della stanza, o della casa.MaS