"Corpo estraneo" nella michetta: bloccato il pane nelle scuole

Pranzo senza pane ieri nelle scuole e nelle altre utenze servite da Milano Ristorazione. Niente michetta, solo grissini. Il motivo ricorda un episodio accaduto poco più di mese fa. In una scuola d'infanzia è stata segnalata la presenza di un «corpo estraneo» in un panino. Lo rende noto la società, spiegando di aver disposto, a titolo cautelativo e in attesa dei dovuti accertamenti, «il blocco del pane in tutte le utenze servite». Ora il corpo estraneo è stato consegnato a un laboratorio di analisi che entro oggi dovrebbe stabilirne l'identità. Il fatto ha destato inquietudine tra gli allievi della scuola, per questo l'azienda che distribuisce il cibo agli istituti ha deciso per oggi di eliminare qualsiasi tipo di pagnotta, onde evitare ancora spiacevoli ritrovamenti.

Nelle scuole milanesi quindi saranno serviti grissini. Al momento - spiegano da Milano Ristorazione - sono in corso le analisi per capire cosa sia finito in quel panetto, visto che pare non si capisca l'origine della materia che potrebbe anche essere un pezzo di nastro trasportatore.

Si spera non si ripeta il caso avvenuto un mese e mezzo fa. Il 14 dicembre scorso un corpo non proprio estraneo aveva destato allarme tra i genitori. Un verme nella minestra di farro: la mamma di turno nella Commissione mensa della scuola se lo ritrova nel piatto (impossibile non notarlo) e lo fotografa, gli scatti fanno il giro dei genitori e in serata si scatenano le mail di protesta. È successo alla primaria di via Vigevano, istituto comprensivo Thouar Gonzaga. La Commissione ha steso un inappuntabile report: «Ritrovamento di un corpo estraneo nella minestra (lungo verme), piatto totalmente rifiutato dai bambini. Così come le zucchine. Parzialmente rifiutata la caciotta. Il programma delle ispezioni deve essere organizzatissimo e accurato».